Dopo annate di gavetta in categorie minori ed altre delegato al ruolo di secondo portiere, quest’anno Vicario si è preso il posto da titolare. Alla sua prima vera stagione da protagonista in Serie A sta dimostrando un doppio volto: analizziamo allora qui su WikiFanta il suo rendimento.

Il rendimento di Vicario nella stagione 21/22

Il numero 13 dell’Empoli sta dimostrando di essere un ottimo portiere tra i pali, ma un po’ meno al fantacalcio. Difatti, se da un lato è il recordman di parate (92) del campionato, dall’altro ha subito la bellezza di 47 reti, meno soltanto della Salernitana. L’Empoli offre un calcio propositivo e divertente, ma dietro concede tanto, troppo: ecco spiegato il motivo dei moltissimi goal subiti. Considerando l’aspetto prettamente fantacalcistico c’è però un dato a favore di Vicario: nonostante sia il portiere che ha incassato individualmente più goal nella Serie A in corso, è anche quello che ha preso più volte un voto puro superiore al 6 (ben 17 volte su 23).

I dati statistici al fantacalcio

Nel dettaglio, l’estremo difensore empolese ha ottenuto ben dodici volte 6,5 in pagella, mentre altre cinque volte il suo voto puro è stato pari a 7. Le insufficienze sono soltanto due: entrambe in casa alla prima ed all’ultima del girone d’andata contro Lazio e Milan; nelle altre quattro occasioni invece si è dovuto accontentare del 6, che equivale comunque a una sufficienza piena. Ecco da dove deriva la sua altissima media voto del 6,39 – nessuno come lui tra coloro i quali hanno giocato almeno cinque partite. Per lui anche tre clean sheet (tutti in trasferta vs Juventus, Cagliari e Napoli) ed un rigore parato a Ciro Immobile. Non sarà un portiere affidabilissimo per i fantallenatori, ma per le leghe con modificatore – nonostante i tanti gol subiti – è sicuramente un’ottima scelta.

La gestione di Vicario al fantacalcio

Una statistica che certamente spicca analizzando i numeri di Vicario è l’abissale differenza tra i goal subiti al Castellani (33) e quelli in trasferta (14). Questo significa, pertanto, che la media di 2,75 malus casalinghi si abbassa sensibilmente ad 1,27 lontano dalle mura amiche. Indubbiamente la spiegazione ad una tale difformità risiede nella tipica tendenza delle squadre italiane ad imporre uno stile di gioco più spavaldo e rischioso davanti ai propri tifosi rispetto che in trasferta, dove si attua un atteggiamento guardingo. Per questo il nostro consiglio per il girone di ritorno è di far affidamento su Guglielmo Vicario soprattutto nelle gare disputate fuori casa.