Liverpool – Stoke City (sabato ore 13.30):

Ultime dai campi: In vista del ritorno di Champions League, Klopp opera del turnover nella formazione iniziale dei reds: in difesa stanno fuori Alexander-Arnold, Lovren e Robertson, rimpiazzati da Gomez, Klavan e Moreno, mentre in attacco Manè è in dubbio per un piccolo problema fisico, ed è pronto Ings a rimpiazzarlo, al fianco di Salah e Firmino. Oxlade-Chamberlain ha riportato la rottura del crociato e la sua stagione si è conclusa. Lo Stoke modificherà il suo 4-4-2 in un 4-4-1-1, con Shaqiri alle spalle di uno tra Diouf e Crouch. Sulla corsia destra agirà Bauer, con Sobhi rilanciato sulla sinistra. Se Lambert deciderà invece per il 4-2-3-1, Allen agirà da trequartista e Cameron affiancherebbe Ndiaye. 

Pronostico: 1+OVER 1,5. Nonostante lo Stoke sia alla disperata ricerca di punti salvezza, il Liverpool è di un altro pianeta rispetto ai potters, con Salah mattatore unico della stagione. Anche da Firmino potrebbero arrivare ottimi bonus, così come attenzione a Ings, si è sbloccato e se giocherà al posto di Manè potrà dire la sua. 

Liverpool (4-3-3): Karius; Gomez, Van Dijk, Klavan, Moreno; Wijnaldum, Henderson, Milner; Salah, Firmino, Manè. 

Stoke City (4-4-1-1): Butland; Zouma, Shawcross, Martins Indi, Pieters; Bauer, Ndiaye, Allen, Sobhi; Shaqiri; Diouf.     

Burnley – Brighton (sabato ore 16): 

Ultime dai campi: Coach Dyche deve rinunciare a Mee, sostituito ancora da Long: per il resto saranno i soliti 11 quelli che scenderanno in campo, con Hendrick che può essere una valida alternativa a Westwood e Vokes a Barnes. Due cambi rispetto al solito per il Brighton: Bruno rimpiazza Schelotto, che ha sempre giocato ultimamente, tranne nell’ultima gara, mentre per la squalifica di Propper sarà Kayal ad affiancare Stephens. 

Pronostico: 1. I claret hanno il sogno sesto posto e cercheranno la vittoria per avvicinarsi all’Arsenal, favoriti anche dagli ospiti che ormai non hanno più nessun obiettivo per il loro campionato: Wood e Barnes hanno trascinato la squadra nell’ultimo periodo e possono colpire, senza dimenticare che Ward e Tarkowski possono regalare un importante clean sheet. 

Burnley (4-4-2): Pope: Lowton, Long, Tarkowski, Ward; Lennon, Westwood, Cork, Gudmundsson; Wood, Barnes. 

Brighton (4-4-1-1): Ryan; Bruno, Duffy, Dunk, Bong; Knockaert, Stephens, Kayal, Izquierdo; Gross; Murray. 

Crystal Palace – Leicester (sabato ore 16): 

Ultime dai campi: Hogdson dovrebbe ripresentare la stessa squadra che ha pareggiato a Watford, resistendo alla tentazione di far giocare Benteke dall’inizio, dando fiducia alla coppia Zaha-Townsend, con Loftus-Cheek ad agire da ala destra. Per le foxes, out Schmeichel, giocherà Hamer, mentre sono fuori causa Okazaki, James e Iborra, quindi saranno Adrien Silva e Ihenacho a partite titolari. 

Pronostico: 1X. Il Palace è alla ricerca degli ultimi punti salvezza, è verosimile che li possa ottenere in questa sfida: Zaha è la luce della squadra, Milivojevic il cervello. Puntateci! 

Crystal Palace (4-2-3-1): Hennessey; Ward, Tomkins, Sakho, Van Aanholt; McArthur, Milivojevic, Cabaye, Loftus-Cheek; Townsend, Zaha. 

Leicester (3-4-2-1): Hamer; Simpson, Maguire, Morgan, Chilwell; Mahrez, Ndidi, Adrien Silva, Albrighton; Ihenacho; Vardy. 

Huddersfield – Everton (sabato ore 16): 

Ultime dai campi: Nessun nuovo indisponibile per Wagner, saranno i soliti titolari a scendere in campo, con l’unico dubbio tra Ince e Quaner per il ruolo di esterno destro d’attacco. Allardyce deve verificare le condizioni di Schneiderlin, alle prese con un problema alla gamba: se il francese non dovesse farcela, ballottaggio tra Davies e Baningime per affiancare Gueye. Calvert-Lewin spinge su Bolasie per un posto da titolare, ma quest ultimo è in vantaggio. 

Pronostico: UNDER 2.5. I padroni di casa hanno bisogno di almeno un punticino per mettersi nella zona sicura della classifica e faranno una gara difensiva, i toffees dal canto loro non hanno un attacco spumeggiante: prevarranno le difese, quindi è saggio puntare su Zanka, Baines e Jagielka, clean sheet e bonus in arrivo!  

Huddersfield (4-2-3-1): Lossl; Hadergjonaj, Zanka, Schindler, Kongolo; Mooy, Hogg; Ince, Pritchard, Van La Parra; Mounie. 

Everton (4-2-3-1): Pickford; Coleman, Keane, Jagielka, Baines; Gueye, Schneiderlin; Walcott, Rooney, Bolasie; Cenk Tosun.  

Newcastle – West Bromwich Albion (sabato ore 16):  

Ultime dai campi: Un solo cambio nei magpies, riguarda il reparto offensivo dove Gayle riprende il posto da centravanti a discapito di Slimani; per il resto solita formazione per Benitez, con la possibilità di inserire Merino e Murphy a gara in corso per far rifiatare qualche titolare. I baggies ritrovano Evans che riprenderà il posto da titolare dopo essere subentrato dalla panchina nella sfida contro il Liverpool: sarà Nyom a lasciargli il posto, con Dawson che scala sulla fascia destra. Davanti scelte obbligate, con Rondon e Rodriguez titolari, vista l’indisponibilità cronica di Sturridge.  

Pronostico: 1X+UNDER 3.5 Difficile pensare che il WBA si possa salvare, il Newcastle viene da un buon periodo ed è di un livello tecnico migliore rispetto agli ospiti: Kenedy e Shelvey possono colpire, mentre dall’altra parte la fisicità di Rondon è l’arma migliore dei baggies

Newcastle (4-4-1-1): Dubravka; Yedlin, Lascelles, Lejeune, Dummett; Ritchie, Shelvey, Diamè, Kenedy; Ayoze Perez; Gayle. 

West Bromwich Albion (4-4-2): Foster; Dawson, Evans, Hegazi, Gibbs; Phillips, Livermore, Brunt, McClean; Rondon, Rodriguez.    

Southampton – Bournemouth (sabato ore 16): 

Ultime dai campi: Hughes deve valutare le condizioni di Lemina e Boufal prima della sfida al Bournemouth. La squadra si schiererà con un 352, Yoshida prenderà posto nel terzetto difensivo mentre la coppia d’attacco sarà formata da Long e Austin. Howe ritrova Gosling in mezzo al campo e registra i progressi di Adam Smith, non ancora pronto però per tornare titolare. Davanti ballottaggio serrato tra Wilson e Defoe. 

Pronostico: 1X. I saints sono disperati, hanno bisogno della vittoria per sperare nel miracolo salvezza: il Bournemouth non viene da un buon periodo ed è probabile quindi che i padroni di casa riescano nell’intento di trovare qualche punto, spinti dai gol di Austin e dalle discese di Bertrand. Attenzione a Stephens, sa essere pericoloso nell’area avversaria. Nelle cherries, King è il solito spauracchio. 

Southampton (3-5-2): McCarthy; Stephens, Yoshida, Hoedt; Cedric, Hojbjerg, Romeu, Lemina, Bertrand; Long, Austin. 

Bournemouth (4-4-1-1): Begovic; Francis, S.Cook, Akè, Daniels; Fraser, L.Cook, Gosling, Ibe; King; Wilson.    

Swansea – Chelsea (sabato ore 18.30): 

Ultime dai campi: Carvalhal deve valutare le condizioni di Fernandez e Bartley: i due centrali difensivi sono alle prese con dei problemi al ginocchio, se nessuno dei due dovesse recuperare, sarà Naughton ad agire da centrale difensivo nella linea a 5, con l’inserimento di Roberts sulla fascia destra. In mezzo al campo ballottaggio tra Carroll e Ki Sung Yueng, col primo favorito. Conte deve rinunciare ancora ad Alonso, che deve scontare l’ultima giornata di squalifica: al suo posto Emerson. Cahill continuerà a sostituire Christensen al centro della difesa, con Rudiger e Azpilicueta ai suoi lati, mentre il favorito per il ruolo di centravanti è Giroud

Pronostico: 2+OVER 1.5. Difficile sfida per i padroni di casa che hanno bisogno di punti ma non attraversano un ottimo momento; al contrario i blues sono reduci da tre vittorie consecutive e sperano ancora di agganciarsi al treno Champions: Hazard e Giroud sono i trascinatori dell’ultimo periodo, attenzione anche a Emerson che ha bagnato l’esordio da titolare con un assist. 

Swansea (5-4-1): Fabianski; Roberts, Naughton, Van Der Hoorn, Mawson, Olsson; A.Ayew, Carroll, King, Clucas; J.Ayew. 

Chelsea (3-4-2-1): Courtois; Azpilicueta, Cahill, Rudiger; Moses, Fabregas, Kantè, Emerson; Willian, Hazard; Giroud.   

West Ham – Manchester City (domenica ore 15.15):  

Ultime dai campi: Moyes ritrova Lanzini da titolare, sarà Fernandes a lasciargli il posto: questo è l’unico cambio nella formazione degli hammers, assieme ad Adrian che prende il posto di Hart, indisponibile essendo in prestito dal City. Guardiola prosegue con la rotazione di uomini e rilancia Walker, Otamendi e Fernandinho al posto di Danilo, Kompany e uno tra Silva e De Bruyne, con Gundogan che dovrebbe conservare il posto da titolare. Anche Sanè dovrebbe partire dall’inizio, a fargli posto sarà Bernardo Silva. Occhio al portiere, potrebbe esserci la sorpresa Bravo che ha bisogno di arrivare a 5 presenze per ottenere la medaglia di campione, mentre Mendy, al rientro dall’infortunio, subentrerà a gara in corso. 

Pronostico: 2+OVER 1.5. La macchina da gol non si fermerà, soprattutto contro la difesa ballerina degli uomini di Moyes: Gabriel Jesus, Sanè, Sterling, De Bruyne, Otamendi, Gundogan, sono tanti i nomi su cui puntare, tutti affidabili allo stesso modo! 

West Ham (3-4-2-1): Adrian; Rice, Ogbonna, Cresswell; Zabaleta, Kouyatè, Noble, Masuaku; Joao Mario, Lanzini; Arnautovic. 

Manchester City (3-4-2-1): Ederson; Walker, Laporte, Otamendi, Delph; De Bruyne, Fernandinho, Gundogan; Sterling, Gabriel Jesus, Sanè.   

Manchester United – Arsenal (domenica ore 17.30):

Ultime dai campi: Pochi dubbi per Mourinho, che sembra pronto a mantenere il 433 che gli ha fatto vincere in FA Cup: se decidesse di utilizzare un 4231 Herrera scalerebbe in panchina, con uno tra Mata, Rashford e Martial pronto a prenderne il posto. Jones ormai sembra aver preso il posto accanto a Smalling, lasciando fuori così Bailly e Lindelof. Valencia dovrebbe tornare disponibile: in caso contrario pronto Darmian. Per il suo ultimo big match da allenatore dell’Arsenal Wenger pensa ad un pesante turnover, in vista del ritorno di Europa League. Aubameyang, Kolasinac, Maitland-Niles, Cech, Iwobi, Holding e Chambers le possibili novità. 

Pronostico: 1. L’Arsenal fuori dall’Emirates ha collezionato 1 punto nelle ultime 6 gare, in più avranno tutti la testa alla gara di Madrid. Spazio quindi a Lingard, Sanchez e Pogba

Manchester United (4-3-3): De Gea; Valencia, Smalling, Jones, Young; Herrera, Matic, Pogba; Lingard, Lukaku, Sanchez. 

Arsenal (4-2-3-1): Cech; Chambers, Holding, Mustafi, Kolasinac; Maitland-Niles, Xhaka; Iwobi, Wilshere, Welbeck; Aubameyang. 

Tottenham – Watford (lunedì ore 21):

Ultime dai campi: Aurier spinge per un posto a discapito di Trippier: ballottaggio serrato. Son è insidiato da Lamela e Lucas Moura; torna Lloris in porta. Per gli Hornets invece diversi problemi: Deeney fuori sino a fine stagione, mentre Prodl e Pereyra probabilmente riusciranno ad essere solamente in panchina. La scorsa gara Mariappa è stato provato terzino e l’esperimento potrebbe essere ripetuto, lasciando così fuori Janmaat. Femenìa sembra tornare nei tre davanti, sempre se Pereyra non riesce a tornare in tempo. 

Pronostico: 1+NO GOAL. Gli Spurs devono vincere per avvicinarsi a Liverpool e United, in una lotta serrata per il secondo posto, mentre gli Hornets non hanno a disposizione un grande capitale offensivo. Kane per la scarpa d’oro, Son per la bravura, Eriksen per lo stato di forma e Davies per un CS+bonus! 

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Dier, Dembelè; Eriksen, Alli, Son; Kane. 

Watford (4-2-3-1): Karnezis; Mariappa, Kabasele, Cathcart, Holebas; Doucourè, Capoue; Femenia, Hughes, Richarlison; Okaka.