Nella terza ed ultima parte della nostra rubrica WikiFan troviamo ottimi calciatori che sono passati dal nostro campionato, che avrebbero potuto avere una carriera brillante, se solo avessero avuto meno infortuni! Tra questi abbiamo due talenti italiani non sbocciati completamente per motivi diversi, ma che avrebbero potuto dar tanto alla nostra nazionale. Un indizio? Uno vuole intraprendere la carriera da DS, l’altro era un vecchio pupillo di Ferguson!

🔴 Arkadiusz Milik – Napoli 2016/2017
➡️ Presenze: 17 – Gol: 5 – Ammonizioni: 1 – Media Fantavoto: 7,65

Arrivato nell’estate del 2016 a Napoli, aveva l’arduo compito di sostituire Gonzalo Higuain, appena approdato alla Juventus: reduce da due ottime stagioni all’Ajax, Arkadiusz aveva cominciato alla grande la sua prima stagione in serie A mandando in visibilio i tifosi del Napoli, ancora adirati con il Pipita per il trasferimento in bianconero. 4 gol nelle prime 4 partite e 3 gare senza gol, un rendimento comunque sufficiente per il polacco, non male per essere all’esordio in serie A, in una big. Poi la sfiga frena gli entusiasmi: durante un match della sua nazionale contro la Danimarca il ginocchio fa crack e la diagnosi è delle peggiori: rottura totale del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Una bruttissima notizia per il Napoli, ma anche per i fantallenatori che avranno investito su di lui essendo l’erede designato di Higuain, ma senza spendere grosse cifre, non avendolo mai visto all’opera nel nostro campionato. Il polacco è passato da essere un sorprendente super acquisto ad uno degli acquisti più sfortunati al fantacalcio degli ultimi anni! L’anno dopo ha, purtroppo, subito lo stesso infortunio, giocando tra l’altro solo 15 partite; poi un’ottima stagione lo scorso anno e, fin qui, una discreta stagione in corso. Ci auguriamo che possa finalmente dimostrare il suo valore e le sue potenzialità senza patire infortuni lunghi e gravi e, soprattutto, che possa continuare a dare soddisfazioni a chi, nonostante tutto, ha deciso di ridargli fiducia al fantacalcio!

🔴 Giuseppe Rossi – Fiorentina 2014/2015  
➡️ Presenze: 0 – Gol fatti: 0 – Assist: 0 – Media fantavoto: 0

Pepito è uno degli attaccanti italiani con maggiore qualità dell’ultimo decennio, con il suo sinistro che, fino al grave infortunio al ginocchio patito a Villareal era nel giro della nazionale e sembrava avviato a una grande carriera. Proprio quell’infortunio ha dato il via al suo calvario: dopo quasi due anni di stop, con un’operazione sbagliata di mezzo, chi gli ha dato fiducia è stata la Fiorentina, che è stata ripagata dall’italo-americano con 16 gol in 21 presenze (e un altro infortunio al ginocchio di mezzo). L’ottima prima stagione in viola sembrava poterlo però rilanciare ad altissimi livelli, per la gioia dei fantallenatori, che all’asta estiva se lo sono contesi a suon di milioni. Purtroppo per loro, a causa di una contrattura muscolare che evidenziò un sovraccarico del ginocchio, un’altra operazione a settembre lo tenne fermo prima fino all’inverno, per poi non consentirgli di esordire per nulla in quella stagione, anche per via di problemi muscolari piuttosto normali dopo tanta inattività. Questo è stato l’inizio del declino, col buon Pepito che non è più tornato ai suoi livelli, finendo addirittura svincolato nelle ultime due stagioni: davvero un peccato per un giocatore che poteva essere un top, in campo e al fantacalcio! 

🔴 Mario Gomez – Fiorentina 2013/2014 
➡️ Presenze: 9 – Gol: 3 – Assist: 0 – Media Fantavoto: 6,83

Abbiamo già parlato del panzer tedesco nell’articolo sui peggiori acquisti, qua lo ritroviamo in versione sfigato, nell’anno precedente. Arrivato dal Bayern Monaco, dopo una stagione mediamente soddisfacente, Gomez si candidava come giocatore di riferimento per l’attacco viola, formando con Rossi una coppia ben assortita: i numeri sembravano dargli ragione, con tre gol segnati nelle prime due partite. La terza partita però, gli è stata fatale: contro il Cagliari, una lesione parziale del legamento del ginocchio destro prima e poi l’infiammazione al tendine della zampa d’oca l’hanno tenuto fuori per 5 mesi, facendolo rientrare a febbraio. La sorte non era ancora soddisfatta e dopo due mesi piuttosto mediocri, un altro infortunio, stavolta al collaterale del ginocchio sinistro, mise fine alla sua stagione, per la disperazione dei fantallenatori, che al fantacalcio avevano probabilmente puntato tutto sul loro attaccante.   

🔴 Diego Milito – Inter 2012/2013
➡️ Presenze: 20 – Gol: 9 – Ammonizioni: 0 – Media Fantavoto: 7,45

Dopo la memorabile stagione del 2010, con tanti gol decisivi per il Triplete dell’Inter, si era preso un anno “sabbatico” nel 2010/2011 per poi tornare ad alti livelli nella stagione successiva. Tornava, quindi, ad essere appetibile all’asta di agosto del fantacalcio, con i fantallenatori pronti a darsi battaglia per assicurarsi le prestazioni del Principe. Partenza forte per l’argentino che, grazie ai suoi 9 gol al girone d’andata, si candidava ad essere, per l’ennesima volta, protagonista in serie A, ma a metà febbraio ecco il peggio: durante il match di Europa League contro il Cluj, un brutto movimento del ginocchio gli causa una lesione al crociato anteriore e al collaterale esterno con interessamento della capsula del ginocchio sinistro. Almeno 6 mesi di stop e una grande, grandissima perdita per l’Inter e per i fantamanager. Tantissima sfortuna per l’attaccante originario di Bernal che aveva cominciato davvero bene la stagione, nonostante fosse un periodo negativo per l’Inter.

🔴 Alexandre Pato – Milan 2011/2012
➡️ Presenze: 11 – Gol: 1 – Assist: 0 – Media Fantavoto: 5,68

Impossibile non citare Alexandre Pato quando si parla di sfortuna calcistica. L’allora baby prodigio, arrivato al Milan a Gennaio del 2008, subito dopo aver raggiunto la maggiore età, fece subito vedere di che pasta fosse fatto, siglando 9 gol in 18 partite. Balzò subito agli occhi degli addetti ai lavori, ma anche dei fantallenatori che annotarono il suo nome per l’asta dell’anno successivo e il Papero non deluse le aspettative! Giocò 36 partite e realizzò 15 gol, mostrando anche una buona integrità fisica: ma fu solo apparenza, poiché dalla stagione successiva, dopo aver avuto un notevole cambiamento a livello fisico dovuto ad un accrescimento corposo del tono muscolare, cominciò ad accusare tanti infortuni che gli impedirono l’esplosione definitiva. Nonostante ciò, nelle due annati seguenti, andò in doppia cifra, rimanendo un bomber appetibile al fantacalcio, nonostante le poche presenze. Nella stagione 2011/2012, però, un numero incredibile di problemi muscolari gli permisero di giocare soltanto 11 partite e di segnare una sola rete, per la sfiga di tutti coloro che avevano deciso di acquistarlo nella propria fantarosa! Poi il nulla: il ritorno in Brasile, una breve parentesi al Chelsea e al Villareal (senza lasciare il segno) e due buone stagioni in Cina, ma sicuramente, senza tutti gli infortuni, avremmo parlato di un’altra carriera per il talentuoso attaccante brasiliano!

🔴 Antonio Cassano – Milan 2011/2012 
➡️ Presenze: 16 – Gol: 3 – Assist: 10 – Media Fantavoto: 7,4

Abituati alle sue cassanate, in pochi ricorderanno che il talento di Bari vecchia ha perso buona parte della stagione 2011/2012 per problemi fisici. Reduce da una grande seconda parte di stagione 2010/2011, culminata con lo scudetto per il Milan e in cui lui è stato decisivo segnando nel derby e regalando diversi assist, si proponeva nella stagione successiva come titolare dell’attacco rossonero, accanto a Ibra e giocandosi il posto con Robinho e Pato. Al fantacalcio Antonio, pur non essendo un attaccante tanto prolifico, era considerato per la sua capacità di regalare bonus anche con gli assist, e di conseguenza ottimi voti e sulla scia della stagione precedente, nell’estate 2011 qualcuno ci avrà sicuramente puntato un buon gruzzolo: povero lui! Nonostante un ottimo inizio, con 2 gol e 8 assist nelle prime 10 partite, a fine ottobre a causa di un malore tornando da una trasferta, in una visita gli viene scoperto un problema al cuore che lo obbliga a operarsi. Dopo 5 mesi di stop, a fine marzo è tornato in campo, ma ormai la stagione era andata, per lui e per i fantallenatori che difficilmente lo hanno aspettato. Quando la sfiga ci si mette, non si può contrastare! 

Domenico Cannizzaro, Andrea Moi