Di origini ghanesi ma nato in Svezia, ha la fortuna di iniziare nel Brommapojkarna, che è probabilmente il miglior settore giovanile svedese. Da lì sono infatti usciti giocatori come Ekdal e Guidetti.
Oggi vi presentiamo Joel Asoro, nuova speranza di Genova sponda rossoblu.


Embed from Getty Images

GLI INIZI DI JOEL ASORO

Come anticipato, la sua carriera inizia in Svezia, paese in cui nasce. Il suo nome comincia a circolare in modo insistente dal 2015 tanto che molte società tra cui la Juventus ed il Manchester City si interessano al suo cartellino.

Il ragazzo finirà al Sunderland che gli consente maggiori possibilità di crescita. Nel club inglese inizialmente si divide tra la formazione Under 18 e Under 19 (dove già giocava stabilmente nel Bromma). Le sue prestazioni sono subito incoraggianti. Joel si mette in luce per le capacità tecniche e le doti di rapidità.

Con il Sunderland esordisce in Premier League contro il Middlesbrough il 21 agosto 2016 a neanche 17 anni. L’anno successivo il Sunderland retrocede in Championship dove lo svedese disputa 26 partite con 3 gol e 2 assist.

Nel 2018 sarà acquistato dalla squadra gallese, militante in Championship, dove disputerà una stagione non brillantissima: sceso in campo 15 volte non riuscirà a segnare ma fornirà 2 assist. Nel 2018-2019 viene girato in prestito al Groningen dove si mette in luce con 3 gol e 2 assist in 15 incontri in Eredivisie. Quest’anno in prestito al Genoa cercherà di mettersi in evidenza in serie A.


Embed from Getty Images

PUNTI DI FORZA

Il ruolo favorito da Joel Asoro è quello di punta centrale ma data la rapidità può giocare anche come ala destra o sinistra nel 4-3-3. Il suo piede preferito è il destro, è fisicamente prestante, anche se di statura non elevata (175 cm), ama giocare negli spazi ed bravo negli inserimenti. Può fare anche la seconda punta, ha ottime capacità di dribbling.


DOVE PUO’ ARRIVARE?

Pur essendo arrivato a Genova da poco comincia ad avere diversi estimatori tra i tifosi rossoblu più attenti. Anche responsabili del settore tecnico del Genoa ed un importante figura del settore giovanile, ne hanno ricavato un’impressione positiva dopo averlo visto all’opera. Molti lo accostano a Christian Kouame che, pur essendo arrivato a Genova tra lo scetticismo generale, si dimostrò un ottimo affare. La contemporanea cessione di Pinamonti e Favilli e la presenza in rosa del solo Destro nel ruolo di punta centrale può permettergli di mettersi in mostra. Nella prima giornata non è stato convocato per un lieve risentimento ma avrà altre occasioni per mettersi in mostra.


Iscriviti alla WikiFanta SuperLeague!

SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER