Riparte la stagione europea e riparte anche il Fantasy Football Champions League ufficiale della Uefa! Dopo aver visto come giocare al fanta e i consigli per la prima giornata, ora vedremo quali sono i giocatori delle squadre italiane che potrebbero fare meglio durante la competizione. In più vi indichiamo anche quelli da evitare per non sprecare crediti importanti con giocatori non redditizi.
Andiamo a vedere, squadra per squadra, su chi puntare e chi no!

Consigliati al Fantasy Football Champions League

Consigliati al Fantasy Football Champions League

Atalanta

L’Atalanta ci ha mostrato di potersela giocare con chiunque essa si trovi davanti, crescendo a dismisura durante la scorsa edizione della Champions League, chiusa ai quarti di finale.

Il giocatore più rappresentativo è sicuramente il Papu Gomez (8.5 cr), che ha iniziato in modo spettacolare la stagione e sarà il faro della squadra. Gol e assist sono il suo pane e non li farà mancare nemmeno per il Fantasy Football Champions League!

I due esterni, Gosens (5.5 cr) e Hateboer (5 cr), hanno la capacità di attaccare con continuità e allo stesso tempo garantire adeguata copertura difensiva. Per loro non ci aspettiamo tanti clean sheet – l’Atalanta subisce tanto – ma con la loro corsa e i cambi di gioco potranno regalare tanti bonus ai fantacoach che li sceglieranno.

Zapata (9.5 cr) e Muriel (8.5 cr) si divideranno il posto da attaccante centrale, ma potranno anche giocare in coppia. Duvan nella passata stagione ha faticato in Europa, segnando solo un gol, anche se si è reso utilissimo per la squadra; anche Muriel ha segnato solo un gol l’anno scorso, e dovrà migliorare il suo score per rendere più semplice il passaggio del turno agli orobici.

Discorso a parte lo merita Ilicic (9 cr), che è stato il vero mattatore della stagione europea 2019/2020 della Dea: Josip è tornato contro il Napoli e non è sembrato (com’è normale) al meglio, ma se riuscirà a tornare in breve tempo ai livelli passati, sarà insostituibile nelle vostre squadre!

Da lasciare perdere, invece, i difensori e il portiere, proprio per il fatto che l’Atalanta è squadra che concede tanto all’avversario. Attenzione a Miranchuk (5 cr)! È stato il fiore all’occhiello del mercato, quando Gasperini riuscirà a inserirlo al meglio potrà diventare una pedina importante.

Inter

Dopo la cocente eliminazione nell’ultima edizione, l’Inter è “obbligata” a superare quantomeno la fase a gironi, soprattutto perché è aumentata notevolmente la qualità della rosa; sarà un girone equilibrato (con il Real ovviamente favorito), dove Shakhtar Donetsk, Borussia M’Gladbach e Inter si giocheranno un posto, con quest’ultima favorita.

Il fiore all’occhiello dei nerazzurri è sicuramente Lukaku (11 cr), già a quota 4 gol in campionato; nell’ultima Champions, per lui solo 2 gol in 5 partite e, viste le medie sulle quali viaggia il belga, ci aspettiamo che incrementi il suo score. Diventato ormai un riferimento per Conte e per i compagni in campionato, proverà a trascinare il suo club anche in Europa.

Chi, invece, ha fatto meglio del belga in Europa è Lautaro Martinez (10,5 cr), che nell’ultima UCL ha siglato ben 5 gol in 6 partite; i due sono in perfetta sintonia e si trovano a memoria, offrendo spesso assist l’uno per l’altro. Già a quota 3 gol in campionato, grazie al suo carisma e alla sua personalità, è in grado di essere decisivo anche in ambito europeo; occhio, però, anche ad Alexis Sanchez (9 cr) che spesso fa rifiatare uno dei due attaccanti e sa fare la differenza, soprattutto grazie alla sua esperienza.

Passando al reparto centrale del campo, mentre nell’ultima stagione europea Conte aveva lamentato il fatto che non ci fossero calciatori con esperienza in UCL, quest’anno la storia è cambiata, grazie all’avvento di Eriksen (8 cr) a gennaio della scorsa stagione e di Vidal (7 cr) nel mercato estivo. Mentre, però, sul primo ci sono molte perplessità sia dal punto di vista tattico che sul rapporto con l’allenatore, sul secondo si va sul sicuro, avendo un gran feeling con Conte e avendo già giocato la Champions per diversi anni. La sorpresa, salvo ulteriori problemi fisici, sarà Sensi (6,5 cr), già decisivo nella prima parte dell’ultima stagione, conclusasi in anticipo per via di numerosi infortuni.

Visto l’inizio di stagione, meglio stare alla larga dalla difesa, ma è comunque impossibile non pensare ad Achraf Hakimi (6 cr); l’esterno marocchino è senza dubbio uno dei più forti nel suo ruolo, ed è già partito bene in maglia nerazzurra. Anche lui ha tanta esperienza in campo europeo, nonostante la giovane età, e l’Inter ne sa qualcosa, vista la doppietta (decisiva ai fini del passaggio del turno) siglata con la maglia del Dortmund, proprio contro i nerazzurri. Al momento, meglio evitare altri nomi nel reparto arretrato, in attesa che Conte trovi la quadratura e solidità.

Juventus

Dopo una mini rivoluzione estiva, con l’esonero di Sarri e l’avvento di Andrea Pirlo in panchina, la Juventus ripartirà alla caccia della coppa dalle grandi orecchie, dopo esserci andata vicina con le due finali del 2015 e del 2017. Essendo in prima fascia e avendo pescato il Barcellona in seconda, il girone sembra non lasciare molti dubbi, con le due sopracitate favorite per i primi due posti, a danno di Dinamo Kiev e Ferencvaros.

Sicuramente la punta di diamante è Cristiano Ronaldo (12 cr) che ha già vinto questa competizione 5 volte; il portoghese, però, salterà sicuramente la prima sfida ed è in dubbio per la seconda contro il Barcellona, causa Covid. Elencare statistiche sarebbe superfluo per colui che è considerato il più forte al mondo, insieme a Leo Messi.

Sempre nel reparto offensivo, daranno il suo apporto anche Paulo Dybala (9 cr), 3 gol e 2 assist la scorsa stagione, e Alvaro Morata (9 cr), arrivato in estate per aumentare la qualità dei bianconeri e da tener d’occhio in ottica Fantasy Football Champions League, poiché già con i bianconeri siglò 5 gol nell’edizione 2014/2015.

Altri giocatori di qualità sono sicuramente Dejan Kulusevski (8 cr), partito bene in maglia bianconera, ma alla sua prima esperienza europea, e Aaron Ramsey (8,5 cr) che, nonostante i tanti infortuni, è l’uomo di maggior qualità della mediana juventina e con una buona esperienza europea.

Anche la Juventus ha mostrato qualche limite in fase difensiva in questo inizio di stagione, ma nelle partite agevoli non è una cattiva idea affidarsi a Bonucci (5,5 cr) e De Ligt (5 cr), con quest’ultimo in fase di recupero, oltre che al portiere Szczesny (5,5 cr).

Lazio

Dopo 13 anni la Lazio torna in Champions League e lo fa in un gruppo in cui almeno il secondo posto è alla sua portata, posto che il Borussia Dortmund sia più forte. La squadra non ha iniziato bene la stagione, anzi: le due batoste di fila con Atalanta e Sampdoria preoccupano, e Inzaghi dovrà al più presto recuperare qualche giocatore ma soprattutto trovare una quadratura del cerchio che ad ora sembra smarrita.

Immobile (10.5 cr) è senza dubbio l’uomo di punta, e dai suoi gol passeranno le possibilità di passaggio del turno: i biancocelesti sono in un girone in cui si potrebbe segnare tanto e loro stessi hanno un DNA offensivo, quindi Ciro, se ritroverà la sua solita vena realizzativa, sarà un fattore.

Luis Alberto (8.5 cr) e Milinkovic Savic (8 cr), da uomini di qualità, regaleranno bonus ai fantallenatori, così come Correa (8 cr), che potrebbe esaltarsi nella dimensione europea, farà valere la sua brillantezza. Muriqi e Caicedo (8 cr entrambi) sono le riserve, ma di tanto in tanto possono anche sostituire l’argentino e rendersi protagonisti. Interessante può essere Lazzari (5 cr), che col suo prezzo contenuto vi può permettere di risparmiare qualcosa e avere un giocatore che può regalare degli assist.

La difesa è in questo momento il grande punto dolente e non vale la pena puntare su nessuno dei giocatori del pacchetto arretrato, dal momento che non ci sono giocatori con un feeling esagerato col gol: quindi, lasciate perdere i vari Strakosha (5.5 cr), Acerbi (5 cr) ecc!


Domenico Cannizzaro, Andrea Moi