Dopo esserci goduti le tre settimane di Tour de France, siamo pronti a concentrarci su un altro evento globale: le Olimpiadi d Tokyo 2020. In ritardo di un anno ma alla fine i giochi si fanno e ovviamente anche il ciclismo fa parte dell’evento. Si inizia con la durissima prova in linea in programma per sabato, ma su quali corridori puntare al FantaCycling (li trovi qui)? Proviamo a capirlo attraverso l’analisi di WikiFanta.

Prova in linea Tokyo 2020: Il Percorso

Il tracciato dell’Olimpiade si annuncia parecchio duro. Lungo i 234 chilometri in programma ci saranno infatti ben 5 salite, tutte oltre i 1000 metri, per un totale di quasi 5000 metri di dislivello.

La partenza è fissata dal parco di Musashinonomori nella periferia di Tokyo, e dopo i primi 60 chilometri di sostanziale trasferimento si inizia a salire verso Doushi Road. Salita lunga ma pedalabile che anticipa di poco il primo passaggio a Kagosaka Pass, breve ma esplosiva rampa posta dopo 96 chilometri. Una lunga discesa e un successivo tratto pianeggiante porteranno il gruppo ai piedi del suggestivo Monte Fuji, punto più alto della corsa e segnale che siamo a metà percorso.

La seconda parte del tracciato prevede, dopo la discesa dal Fuji, 40 chilometri in pianura ma molto nervosi che porteranno ai corridori verso le ultime due difficoltà di giornata. La corsa si deciderà con ogni probabilità sul Mikuni Pass, salita molto ripida seguita a stretto giro dal secondo passaggio sul Kagosaka Pass. Da qui rapida discesa verso l’arrivo al Fuji International Speedway, ma ai meno 7 occhio ad un ultimo strappo che in caso di gruppetto ristretto potrebbe fare la differenza.

Prova in linea Tokyo 2020: I Protagonisti

La stagione ciclistica è ricca di gare pieni di storia e fascino, ma l’Olimpiade è ogni quattro anni e una medaglia la sognano tutti. Inoltre al Fantacycling è una corsa di categoria 2.5, come una classica monumento, per cui bisogna scegliere bene chi schierare nel proprio team.

Sulla carte a farla da padrone sarà due nazioni, Belgio e Slovenia, che oltre ai principali favoriti possono contare su ottime seconde linee. É il caso per esempio di Mateo Mohoric (26cr) e Ian Tratnik (8cr) tra gli sloveni, e di Remco Evenepoel (36cr) e il campione uscente Greg Van Avermat (29 cr) per i belgi. Se non dovranno lavorare per i capitan potranno fare bene, magari con qualche azione da lontano.

Tra le poche cose che Don Alejandro Valverde (30cr) non ha vinto in carriera c’è l’oro olimpico. Giunto ai suoi quinti giochi ci proverà per l’ultima (?) volta. L’arrivo gli si addice ma lo stesso discorso può essere fatto per il suo compagno Ion Izaguirre(24cr) e per corridori come Alexey Lutsenko (25cr) e Maximillian Schachmann (36cr). Se riusciranno a resistere in salita saranno clienti scomodi da portare all’arrivo. Scenario, quello del gruppo ristretto, che non può piacere alla Francia, David Gaudu (28cr) e Guillarme Martin (24cr) infatti non sono dotati di spunto veloce e dovranno muoversi prima.

Se la corsa fosse resa più dura a giovarne potrebbero essere ciclisti come Micheal Woods (39cr) o Richard Carapaz (44cr). Usciti con una buona condizione dal Tour de France vorranno sicuramente essere tra i protagonisti. Richie Porte (31cr) e Geraint Thomas (27cr) invece sono usciti con le ossa rotte dalla Grande Boucle e forse conviene non puntarci al Fantacycling. Altri corridori che destano interesse sono i colombiani, al via ci saranno Rigoberto Uran (25cr), Nairo Quintana (21cr), Sergio Higuita (20 cr) e Esteban Chaves (17cr).

Chiudiamo con l’Italia, non ci presentiamo al via come favoriti ma come outsider e le nostre punte dovrebbero essere Gianni Moscon (7 cr) e Alberto Bettiol (23 cr). Damiano Caruso (24cr), invece, proverà a fare la differenza in salita.

FantaCycling: i favoriti per la prova in linea di Tokyo 2020

  • Wout VAN AERT (Belgio – 58 cr)
    Al Tour de France è stato in grado di vincere in volata, a cronometro e in salita, niente gli è precluso. La sua forma è andata sempre crescendo e arriva in Giappone al top con tutte le intenzioni di fare doppietta tra prova in linea e cronometro. Dovreste già averlo nel vostro team quindi non sprecherete altri cambi per prenderlo, ma nel caso non lo abbiate non sprecate altro tempo. Si gioca la palma di favorito principale con Pogacar ma ha molti più modi dello sloveno per prendersi l’oro.
  • Tadei POGACAR (Slovenia – 64 cr)
    Ha letteralmente dominato il Tour de France, da inizio stagione ha praticamente vinto qualsiasi corsa a cui abbia partecipato e adesso vuole l’oro olimpico. In Francia è sembrato non far neanche fatica talmente è superiore in salita rispetto ai suoi avversari. Ma qui l’arrivo non è in salita e non avrà una squadra tutta per lui, se vuole la medaglia deve sudarsela. Come per Van Aert dovreste già averlo nel vostro team di Fantacycling.
  • Primoz ROGLIC (Slovenia – 55 cr)
    A differenza degli altri due il suo Tour è finito anzitempo a causa di una caduta, ma lo sloveno ci ha dimostrato in passato di saper reagire prontamente. Non sappiamo chi sia il capitano in casa Slovenia ma non è da escludere che sia proprio lui a puntare al podio olimpico se Pogacar fosse scarico. Comunque un piazzamento di rilievo dovrebbe portarlo a casa e vale la pena schierarlo.

SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER