Dalle ceneri della disastrosa non qualificazione al Mondiale 2018, l’Italia si presenta a Euro 2020 con una striscia aperta di 26 partite senza sconfitta, la più lunga della storia degli azzurri, che, inoltre, non subiscono gol da 7 partite (1-1 con l’Olanda in Nations League). L’obiettivo è arrivare in fondo, e il gruppo di Mancini ha senza dubbio le carte in regola per farcela!

Embed from Getty Images

Euro 2020: i convocati dell’Italia

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Milan), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino)

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson (Chelsea), Alessandro Florenzi (Paris Saint Germain), Leonardo Spinazzola (Roma), Rafael Toloi (Atalanta)

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Marco Verratti (Paris Saint Germain)

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli)

Girone A: data, orari e sedi delle partite

  • TURCHIA (11 Giugno 21.00, Roma)
  • SVIZZERA (16 Giugno 21.00, Budapest)
  • GALLES (21 Giugno 18.00, Roma)

Il tutorial per giocare al UEFA Euro 2020 Fantasy Football

Come si presenta l’Italia a Euro 2020

Dopo il disastro della mancata qualificazione al Mondiale del 2018, l’Italia con Roberto Mancini ha avviato un’opera di ricostruzione che ha dato rapidamente i suoi frutti: il gruppo F è stato letteralmente dominato con 10 vittorie, 37 gol fatti e solo 4 subiti. In Nations League gli Azzurri si sono qualificati per le semifinali superando Olanda, Polonia e Bosnia, non avversari comodissimi, grazie a tre vittorie e tre pareggi; dovranno affrontare la Spagna a fine Ottobre. Infine nelle qualificazioni al Mondiale del Qatar, con un triplo 2-0 la nazionale italiana si è issata in testa al suo gruppo. La cosa importante da segnalare è la striscia di 26 partite consecutive senza sconfitta, un risultato davvero notevole per la banda di Mancini!

Italia: punti di forza e anche di debolezza

Il mix di gioventù ed esperienza del gruppo è una delle risorse più importanti degli Azzurri: i due difensori centrali, Chiellini e Bonucci, sono molto affiatati, e il regista, Jorginho, ha accumulato esperienza internazionale, vincendo la Champions League con il Chelsea, così come Verratti, che negli ultimi anni ha raggiunto una finale e una semifinale con il PSG. La difesa è come al solito uno dei punti forti della squadra, aiutata anche da un centrocampo dinamico che ha in Barella, giocatore moderno e con ottima tecnica, una delle colonne fondamentali. Davanti, inoltre, i due esterni, Chiesa e Insigne, hanno trovato con regolarità la porta in questa stagione, e soprattutto il napoletano con la maglia della nazionale si esalta, trovando spesso grandissime prestazioni.

Il centravanti sembra davvero il problema principale: Belotti viene da un girone di ritorno molto difficile con la maglia del Torino, con soltanto 4 gol segnati, di cui due su rigore; Immobile, dal canto suo, nonostante i 20 gol segnati in campionato, non ha vissuto la sua migliore stagione, non mostrandosi come l’attaccante implacabile sotto porta che ha vinto la scarpa d’oro appena un anno fa; inoltre in nazionale, con 12 gol in 45 presenze, ha dimostrato di non vedere la porta come con la maglia biancoceleste, anche per la sua tendenza a girare per tutto il fronte dell’attacco, meno utile con il modulo utilizzato da Mancini.

Il giocatore chiave dell’Italia

Embed from Getty Images

Lorenzo Insigne

Il folletto napoletano è reduce dalla migliore stagione della carriera! Si è affermato come leader del Napoli, segnando 19 gol (suo record in Serie A) e fornendo 7 assist ai compagni, raggiungendo la maturità; in nazionale ha fatto ancora meglio, tirando fuori delle prestazioni davvero spettacolari nell’ultimo anno e mezzo. È senza dubbio uno degli uomini con più qualità degli azzurri, e si prenderà le sue responsabilità per trascinare la squadra di Mancini!

Cosa sperano che accadrà a Euro 2020:

La voglia di riscatto degli azzurri, dopo 5 anni dall’ultima competizione internazionale giocata, è enorme: l’auspicio è quello di battere il Belgio nei quarti di finale per arrivare tra le prime 4 e sognare fino a metà Luglio!

Cosa, in realtà, accadrà:

Il girone A è complesso ma non impossibile e l’Italia può vincerlo, assicurandosi, probabilmente, l’Ucraina agli ottavi. Il Belgio nei quarti sarà la prova del nove: gli azzurri, sull’onda dell’entusiasmo giocheranno un gran match, ma potrebbero essere fermati da Lukaku, che si creerà non pochi problemi per il suo ritorno a San Siro (vedi Ahn in Corea&Giappone 2002).

Su chi puntare al Fanta Europeo?

La difesa è sempre stata il punto forte della nazionale azzurra, e visti gli ultimi tre anni sembra che sarà così anche stavolta: Donnarumma (5.5 cr) è un portiere su cui puntare, così come Florenzi (6 cr) e Spinazzola (5.5 cr), terzini dalle spiccate caratteristiche offensive; Insigne (8.5 cr) e Chiesa (7 cr) sono assolutamente due ottime scelte, con lo juventino che si segnala come presa low cost, mentre lo scugnizzo napoletano farà suoi la maggior parte dei piazzati e metterà al servizio della squadra la sua qualità.

Attenzione a Berardi, a soli 6 crediti è invitante, ma non sarà titolare, almeno inizialmente. Non ispirano, almeno a livello di bonus, Verratti (6.5 cr, 3 gol in 40 presenze) e Barella (7 cr), mentre si può pensare a Jorginho, che dovrebbe essere il rigorista della squadra. Infine in attacco Immobile (10 cr) sembra costare troppo per l’affidabilità che garantisce, mentre Belotti (8 cr) parte inizialmente dietro la scarpa d’oro in carica.

Probabile formazione dell’Italia a Euro 2020

4-3-3: Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola/Emerson; Barella, Jorginho, Locatelli/Verratti; Chiesa, Immobile/Belotti, Insigne.


INFINE SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER