Euro 2020 sta per prendere il via, noi di WikiFanta vi abbiamo aiutato con le nostre guide e le nostre analisi, ma ora proviamo a fare di più! Abbiamo selezionato 10 nomi di giovani presenti agli Europei che possono farsi notare e perché no, esservi utili al fantacalcio.

Premi qui per la guida completa sulle 24 squadre di Euro 2020


Euro 2020: dieci giovani da monitorare

Jeremy Doku (Belgio)

2 gol e 2 assist nelle prime7 partite giocate in nazionale, il tutto ad appena 19 anni sono il suo biglietto da visita. Di ruolo fa l’ala nell’Anderlecht, partendo da sinistra per potersi accentrare e sfruttare al meglio le sue capacità nello stretto. Maestro dei dribbling e anche assai rapido, ma il minutaggio quando davanti hai Lukaku rischia di essere basso. Se Il Belgio è una delle favorite alla vittoria finale e molti giocatori sono a fine ciclo, ma il nuovo che avanza promette decisamente bene.

Pedri (Spagna)

Noi italiani lo abbiamo scoperto nel match contro la Juventus, in cui dominò in mezzo al campo; ora potrebbe ripetersi sui campi di Euro 2020. Luis Enrique non ci ha pensato più di tanto ad includerlo nella sua lista e siamo sicuri che si ritaglierà il suo spazio strada facendo, visti anche i problemi legati al Covid che sta affrontano la Spagna. Un piccolo Iniesta con i piedi di Xavi che può variare tra il centrocampo e il tridente offensivo, cosa si può volere di più?

Jules Koundè (Francia)

Qualcuno lo ha definito il nuovo Cafù, ma potrebbe essere forviante visto che di ruolo fa il difensore centrale. Si è messo in mostra con il Siviglia in questa stagione e su di lui si stanno muovendo le big d’Inghilterra. Deschamps per far spazio a lui ha lasciato a casa gente come Upamecano e Laporte e pur non partendo tra i possibili titolari offre una soluzione diversa ai francesi. Se Varane è intoccabile, Kimpembe è più a rischio, e chi può dire che non sia proprio il giovani Koundè la rivelazione di Euro 2020?

Zeki Celik (Turchia)

3 gol e 3 assist per lui nel campionato francese vinto con il Lille, nonostante non sia giovanissimo, ha 24 anni, sembra il momento del definivo passo in avanti. Terzino di spinta che sa crossare e vede bene la porta, ha un ottimo spunto veloce e sa saltare l’avversario. Se cercate un nome a sorpresa in difesa che costi pochi lui è il vostro uomo, anche perchè il girone della Turchia (Italia esclusa) potrebbe essere meno complicato di quello che sembra.

Eljif Elmas (Macedonia del Nord)

Forse questo lo conoscete, anche se a Napoli ha trovato poco spazio finora ma in patria lo considerano un vero talento e qualcosa di vero c’è. Gioca fisso in nazionale da ormai 4 anni e ha già collezionato 7 reti e visto che la Macedonia del Nord non può affidarsi solo a Pandev ad Euro 2020, lui potrebbe essere un buon giocatore da puntare. Inoltre può utilizzare il torneo per farsi notare da Spalletti in vista della prossima stagione.

Becir Omegaric (Svizzera)

Nome da intenditori e ancora sconosciuto ai più, ma su di lui si sono già mosse RB Lipsia e Borussia Dortmund, sempre attente ai giovani talenti del centro Europa. 19 anni, centrale difensivo dello Zurigo ha esordito in Nazionale nell’ottobre 2020 contro la Croazia con una buona prestazione. Ha anche buone possibilità di giocare titolare nel caso di difesa a 3, assomiglia ad un primo De Ligt ma ha ancora margini di crescita importanti. Da tenere molto d’occhio.

Viktor Tsygankov (Ucraina)

Tra i tanti giovani talenti della Dynamo Kiev, pensiamo a Sheparenko, Mykolenko e Zabarnyi, scegliamo lui perchè è quello che ci sembra più pronto. Prima della pandemia ha messo insieme una stagione da 15 gol in 23 presenze in campionato e 5 in 6 presenze in Europa Leaguem giocando da esterno, Quest’anno ha reso meno ma ha la potenzialità per essere letale a gara in corso e Shevchenko gli ha ritagliato proprio quel genere di posto nella sua rosa.

Alexandr Isak (Svezia)

Da anni ormai si porta appresso l’etichetta di “nuovo Ibra”, e visto che Zlatan ha dovuto dare forfait per lui si aprono prospettive interessanti. Vuoi per una grande fisicità, abbinata ad una buona velocità o per le origini da immigrato ha sempre vissuto con lo scheletro di Ibrahimovic nell’armadio, ma ora ha la sua occasione. Si gioca il posto con Larsson e Kulusevski, ma lo juventino è alle prese con il covid è potrebbe averne per molto. In stagione ha trascinato il Real Sociedad con 16 gol, ora deve aiutare la Svezia a superare il girone a Euro 2020.

Ryan Gravenbach (Olanda)

Si può forse fare un elenco di giovani promettenti senza inserirne uno dell’Ajax? Ovviamente no. Ecco quindi un giovane centrocampista box-to-box che ricorda molto Pogba, ma a differenza del francese vede meglio la porta forse ed è più offensivo. In un Olanda indecifrabile lui è una delle poche certezze e nonostante la giovane età non ha paura dei grandi palcoscenici di Euro 2020.

Adam Hlozek (Repubblica Ceca)

Chiudiamo con un attaccante ceco dal futuro assicurato, nelle ultime due stagione prima ha dimostrato il suo talento nel campionato nazionale e poi in Europa League. Ora è stato convocato per Euro 2020, in una Repubblica Ceca ricca di giovani di talento, sì, ma molto mal distribuiti. I cechi hanno infatti un centrocampo da nazionale top ma la difesa va decisamente rivista e anche l’attaccante titolare, Schick, non sempre ha dato garanzie. Proprio per questo potrebbe trovare spazio la stellina dello Sparta Praga e farsi apprezzare ancora di più.


SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER