Siete in vena di scommesse? Vi piace prendervi qualche rischio all’asta del fantacalcio? Se siete disposti a investire qualche milione alla ricerca di qualche sconosciuto che vi svolti la stagione, questo è l’articolo che fa per voi.

Se non ci credete, provate a cercare gli articoli delle passate stagioni e capirete che i nostri consigli possono essere preziosi.



Asta Fantacalcio: i gioielli low cost

🥊 Nemanja RADONJIC (Torino)
Giocatore tecnico, funambolico, Radonjic è il sostituto naturale di Brekalo nell’impianto di gioco di Juric, e con l’allenatore croato, con cui condivide la nazionalità, potrà adattarsi al meglio al calcio italiano e crescere tatticamente. Nel match di Coppa Italia contro il Palermo ha già mostrato tutte le sue qualità, fornendo un assist a Lukic e segnando il gol del 2-0 (oltre a un’altra rete annullata). Nell’ultima stagione ha giocato pochissimo e nella sua carriera non è mai stato un bomber, ma chissà che scendendo di livello rispetto a Marsiglia e Benfica non possa definitivamente esplodere!

🥊 Kristian THORSTVEDT (Sassuolo)
Molti lo conoscono già per gli altri diciamo solo che è una delle sorprese più annunciate della prossima stagione, perciò non sottovalutatelo all’asta del fantacalcio. Il norvegese è una forza della natura! Forza fisica, talento e tanti gol è quello che porta in dote, e può ricoprire qualsiasi ruolo dal centrocampo in su. In una squadra che gioca molto con gli inserimenti dei centrocampisti come il Sassuolo può portarvi molti bonus. Se i vostri amici non lo conoscono tanto meglio: sarà sicuramente una delle sorprese per l’asta del fantacalcio.

Le possibili sorprese a centrocampo

🥊 Sandi LOVRIC (Udinese)
L’anno scorso vi avevamo dato il nome di Samardzic, che rimane ottimo anche quest’anno, ma che sta facendo fatica a trovare spazio nelle gerarchie; questa stagione ci concentriamo sullo sloveno in arrivo da Lugano. Acquistato come sostituto di Makengo, l’infortunio di Arslan e le voci di mercato intorno al francese, lo hanno lanciato nelle amichevoli estive. Sottil gli ha ritagliato il ruolo di mezz’ala sinistra nel suo schieramento tattico, più quantità che qualità per ora, ma i piedi sono comunque buoni. I numeri dicono 8 gol e 18 assist in Svizzera, non sarà certo il vostro top player ma per un fantamilione è più che sufficiente.

🥊 Lewis FERGUSON (Bologna)
Uno dei profili più interessanti tra i nuovi acquisti del Bologna: sappiamo che Mihajlovic non si fa problemi a lanciare giovani in campo, vedremo se lo scozzese sarà l’ennesima scommessa riuscita. Quello che possiamo dirvi noi e che la porta la vedo molto bene: 20 gol negli ultimi due campionati con l’Aberdeen, e da non sottovalutare il fattore rigori. Come vi abbiamo già mostrato non hai mai sbagliato dal dischetto – 8 su 8; non sarà certo lui il rigorista dei felsinei ma la possibile partenza di Arnautovic potrebbe promuoverlo. Non parte come titolare fisso ma troverà molto spazio nell’arco della stagione.


Sorprese fantacalcio: altri nomi per l’asta

🥊 Joan GONZALEZ (Lecce)
Vi avanza un credito e la vostra rosa è già completa? Se volete togliervi uno sfizio prendete questo giovane spagnolo del Lecce, anche solo per vantarvi con gli amici che non lo conoscono. Arriva direttamente dalla primavera dei salentini, e con i suoi 7 gol nel campionato primavera ha decisamente contribuito alla salvezza dei suoi. Baroni lo ha aggregato alla prima squadra: difficile che giochi titolare ma tolto Hjulmand a centrocampo il Lecce non ha poi grandi alternative, quindi il suo minutaggio piano piano aumenterà. Ama inserirsi e da del tu al pallone avendo speso parecchi anni nella Cantera del Barcellona. Vedremo se riuscirà ad aver un buon impatto anche in Serie A.

🥊 Emil CEIDE (Sassuolo)
Arrivato nel gennaio scorso dal Rosenborg, il norvegese di origini haitiane ha collezionato 6 presenze con il Sassuolo nel finale di stagione, principalmente spezzoni di gara, ma ora la concorrenza è minore. Durante tutta la preseason Dionisi lo ha sempre schierato titolare nel tridente sull’out di sinistra, nonostante sia un destro naturale, un po’ come accadeva con il suo predecessore Boga. A listone è quotato come centrocampista a 2, quindi possiamo considerarlo tranquillamente un OOP (Out of Position Player), e visto il rendimento offensivo del Sassuolo può diventare una chiamata molto interessante. Complice l’infortunio che terrà ferma Traorè per un bel po’ di tempo troverà minuti fin da subito.


SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER