Rieccoci puntuali come un orologio svizzero con un altro appuntamento di consigli per l’asta del fantacalcio e in quest’occasione tratteremo una particolare categoria di calciatori tanto sottovalutata quanto importante: quella di coloro i quali cercano riscatto dopo una stagione giocata al di sotto delle aspettative per motivazioni varie. Alcuni di loro hanno perso la stima di tanti fantallenatori, per cui potrebbero rivelarsi delle sorprendenti occasioni in sede d’asta.

ASTA FANTACALCIO 2021: LA GUIDA DI WIKIFANTA
Qui trovi tutti i nostri articoli! 🔽

Asta fantacalcio: i portieri e i difensori in cerca di riscatto

Iniziamo da due portieri che a nostro modo di vedere non possono che migliorare i numeri dell’ultimo campionato. Il primo è Pepe Reina, da prendere assolutamente in coppia con Strakosha per evitare rischi: troppi i 55 goal subiti dalla Lazio 20/21. Si riparte da Sarri, apprezzato per il suo calcio offensivo ma, allo stesso tempo, sempre attento alla fase difensiva delle sue squadre – sempre al di sotto dei 40 goal subiti negli ultimi cinque anni con l’eccezione dei 43 durante l’esperienza bianconera. Il secondo nome è il nuovo estremo difensore del Genoa Salvatore Sirigu il cui rendimento ha assunto una parabola discendente nelle ultime due, alquanto negative, stagioni granata. Confidiamo nella sua esperienza, nel suo carisma e nello stile di gioco sempre attento della squadra di Ballardini.

Proseguiamo con i difensori con la coppia costituita da Manolas e Koulibaly. Pagati all’asta come due dei migliori in lista, hanno entrambi concluso la stagione con meno di 30 presenze ed una fantamedia fantacalcio.it inferiore alla sufficienza. Acerbi è un altro giocatore dal quale ci si aspetta certamente un rendimento di tutt’altro livello; sarà affiancato da Luiz Felipe, finora penalizzato eccessivamente dai problemi fisici – attenzione alla sua possibile crescita. Menzione anche per Mimmo Criscito che l’anno scorso ha un po’ tradito le aspettative di quei fantallenatori che sapendolo rigorista l’hanno pagato parecchio. Troppo poche le sole 22 presenze per uno del suo livello.

Altri nomi tra centrocampisti e attaccanti

Spostandoci verso la zona mediana del campo, vi segnaliamo una positiva pre-season da parte di Karol Linetty. Il polacco viene da una prima annata al Torino non particolarmente esaltante dopo aver raggiunto quota 4 goal nella stagione 19/20 alla Samp. Jurić sa valorizzare al massimo i calciatori più di quantità che di qualità come lui, per cui se avete bisogno di un centrocampista low-cost da ultimi slot, spendete un penny per lui. Attenzione alla situazione dello spagnolo Callejón: anche per lui è stato difficile ambientarsi nella sua nuova squadra, chissà che nel 4-3-3 di Vincenzo Italiano non possa ritrovare quella costanza che lo ha sempre caratterizzato nel corso della carriera. Nonostante la folta concorrenza in quella posizione. Da tenere in considerazione anche lo sfortunatissimo Stefano Sensi: Inzaghi apprezza le mezzali di qualità, dunque non escludiamo che, fisico permettendo, alla lunga l’ex Sassuolo possa trovare spazio.

Concludiamo il nostro excursus col parco attaccanti, a partire da colui che forse più di tutti è tenuto a riscattare una stagione deludente: Paulo Dybala. Solo 19 presenze condite da 4 goal e 3 assist per l’asso juventino, chiamato dallo stesso Massimiliano Allegri ad un netto cambio di rotta. Discorso valido anche per Edin Džeko, pronto alla sua nuova avventura all’Inter dopo aver pagato il rapporto travagliato con Fonseca. Infine, chiudiamo con due attaccanti del Sassuolo, Jeremie Boga e Francesco Caputo, fermi per circa un terzo di campionato a causa degli infortuni. In particolare Ciccio, l’idolo dei fantallenatori, dopo aver saltato gli Europei itineranti, ha fame di riscatto in vista del Mondiale di Qatar 2022 al quale non vuole mancare.

Rosario Savoca

SEGUICI SU: INSTAGRAM | FACEBOOK | TWITTER