I campionati nazionali sono terminati, ma il calcio giocato non si ferma mai. A tenerci compagnia il mese prossimo sarà il campionato Europeo Under 21, ospitato da Italia e San Marino dal 16 al 30 giugno prossimi, e per non perdere le buone abitudini, nelle settimane che precedono l’inizio del torneo andremo a presentarvi i giovani più interessanti e i prospetti da seguire con maggiore attenzione.

Continuiamo il nostro viaggio tra i giovani talenti andando a conoscere Dodi Lukebakio, attaccante belga di origini africane che vi abbiamo già consigliato al Fantasy durante la stagione di Bundesliga. Andiamo a conoscerlo meglio.

GLi inizi

Dodi è nato in Belgio da genitori congolesi nel 1997; muove i primi passi nell’Anderlecht con il quale fa il debutto tra i professionisti nell’ottobre del 2015 a diciotto anni. L’anno successivo il prestito al Tolosa si rivela un flop visto le sole cinque presenze, cosi torna in patria, allo Charleroi, dove si mette in mostra nel girone di andata, tant’è che il Watford lo acquista durante la sessione invervale. Nei mesi successvi non gli viene concessa la possibilità di farsi conoscere e soprattutto esprimere, vista l’unica presenza a referto. Durante l’estate scorsa passa in prestito al Fortuna Dusseldorf, appena promosso in Bundesliga, dove avviene l’esplosione: tante buone prestazioni e 10 reti realizzate, che hanno contribuito non solo a una salvezza tranquilla, ma anche ad ambizioni europee per la sua squadra, diventando il primo nella storia a fare tre gol Bayern MonacoIn possesso della doppia cittadinanza belga/congolese prima ha debuttato con la nazionale africana il 4 ottobre 2016, nell’amichevole persa per 1-0 contro il Kenya; poi con l’Under 21 belga nel settembre dell’anno successivo.

PUNTI DI FORZA (ATTUALI E FUTURI)

Possiede una gran velocità ed un’innata abilità negli inserimenti, abbinate ad un buona tecnica, che lo portano ad essere bravo nell’uno contro uno e nel dribbling: un incubo da contenere per i difensori avversari. É nato centrocampista, ma la sua duttilità, unita a un fisico slanciato hanno spinto i vari tecnici ad utilizzarlo sulla fascia, come ala d’attacco, ruolo che ormai è diventato suo. Gli appassionati più accaniti potrebbero accostarlo a Paulo Wanchope, il costaricano che ha entusiasmato i tifosi del Derby County, del West Ham e del Manchester City con i suoi giochi di prestigio con il pallone. Sicuramente gli manca un pò di potenza e se vuol diventare un giocatore che ambisce ad alti palcoscenici dovrà migliorare quest’aspetto.

COSA PUO’ FARE ALL’EUROPEO UNDER 21?

La scuola belga in questi ultimi anni ha prodotto talenti a getto continuo. Nonostante ciò, questa selezione U21 non sembra essere all’altezza delle precedenti e infatti non parte con i favori del pronostico. Dodi è una della punte di diamante per la sua imprevedilità e agilità, può sicuramente mettersi in mostra anche (e soprattutto) in ottica calciomercato, visto che il suo futuro è ancora incerto.