Anche per questa 13ª giornata torna la solita rubrica sulle sorprese: si tratta di quei giocatori che possono svoltarti la giornata e rappresentano una alternativa a scelte più scontate!
Come sempre ti forniamo una formazione composta da 11 giocatori, con modulo 3-4-3, ovviamente partendo dal portiere per finirla con gli attaccanti: scopriamola assieme!

I NOSTRI CONSIGLI PER QUESTO WEEKEND

📶 PORTIERI (in ordine di schierabilità) 👉 premi qui
📣 DIFENSORI (chi schierare) 👉 premi qui
⚽️ CENTROCAMPISTI (chi schierare) 👉 premi qui
🥅 ATTACCANTI (chi schierare) 👉 premi qui
❌ NON SCHIERATELI 👉 premi qui
📱 KICKEST (il team ideale per far bene) 👉 premi qui
TOP 1⃣1⃣
(la nostra formazione ideale) 👉 premi qui
🇬🇧 PREMIER LEAGUE (tre opzioni per il tuo cambio free) 👉 premi qui
🇩🇪 BUNDESLIGA (i tre da acquistare) 👉 premi qui

In porta puntiamo su Audero, che sin qui ha regalato tanti malus a causa dei troppi gol subiti dalla Sampdoria, complice una difesa dinannzi a lui non all’altezza. Tuttavia l’Udinese non segna molto fuori casa e potrebbe regalare la prima gioia della stagione.

In difesa ci affidiamo a Faraoni, che nel 3-4-2-1 di Juric gioca come esterno di centrocampo e per questo è tra i difensori ad essere arrivato più volte a tirare in porta; di fianco schieriamo Rispoli, che nell’anno della retrocessione del Palermo regalò tanti bonus ai fantallenatori, ma quest’anno ancora deve regalare alcuna gioia: potrebbe essere arrivato il momento giusto. Per completare il terzetto inseriamo Bruno Alves, capitano del Parma, che l’anno scorso ha segnato più di un gol grazie ai calci piazzati tirati e alla sua strapotenza fisica sulle palle alte.

Per i quattro di centrocampo il primo nome è quello di Lazovic: il serbo sotto porta è molto impreciso perchè spesso arriva stanco al tiro, a causa dell’enorme lavoro di sacrificio, ma proprio per questo garantisce sempre almeno buoni voti.  Ad affiancarlo c’è Djuricic che sembra avere il piede caldo e contro la Lazio potrebbe regalare il terzo +3 della stagione. Proseguiamo con Veretout, diventato un perno fondamentale del centrocampo giallorosso; contro il Napoli ha anche battuto un rigore, e chissà che Kolarov non gliene ceda qualcun altro. Il quarto e ultimo nome è quello di Agudelo, vera e propria sorpresa del nuovo Genoa di Thiago Motta, che contro il Napoli al San Paolo è stato tra i migliori in campo.

Il tridente d’attacco sarà composto da Quagliarella, Palacio e Petagna. I primi due sono uomini di estrema esperienza che stanno vivendo momenti completamente diversi: il primo, capocannoniere dello scorso anno, ha segnato appena un gol in campionato ed è arrivata l’ora di riprendersi; l’attaccante del Bologna, invece, sta trascinando il Bologna in molti match di quest’anno e gli manca soltanto qualche gol in più, che contro il Parma potrebbe arrivare. Infine Petagna è chiamato ad una prova importante contro il Genoa per la salvezza ed è necessario che faccia gol.

Riepilogando:
(3-4-3): Audero; Faraoni, Rispoli, Bruno Alves; Lazovic, Djuricic, Veretout, Agudelo; Quagliarella, Palacio, Petagna.