Durante il break per la Nations League, tiriamo un bilancio sulle prestazioni dei calciatori di Serie A e soprattutto sui loro risvolti al fantacalcio: dopo aver visto i portieri e i difensori, oggi analizziamo i top e i flop a centrocampo. Chi ha fatto meglio, anche in base agli obiettivi di squadra, e chi invece deve migliorare le proprie prestazioni per non rischiare di perdere il posto, soprattutto nel tuo fantateam.

TOP

DE PAUL (UDINESE)

8 presenze
4 gol fatti – 1 assist
2 ammonizioni – 0 espulsioni
Media voto 6.44 – Fantamedia 7.94

Sembra l’anno della sua consacrazione. Dopo essere approdato in Italia con tante prospettive (anche se i numeri non erano tanto favorevoli), Rodrigo sembra aver trovato la sua dimensione col nuovo coach dell’Udinese, Julio Velazquez. 4 gol nelle prime 5 partite di Serie A, più un assist nella trasferta felsinea: non solo hanno trascinato la tua rosa verso importanti punti per il fantacampionato, ma hanno anche convinto il neo CT argentino Scaloni a convocarlo, facendolo esordire contro l’Iraq. Attualmente il migliore nel suo ruolo.

BOATENG (SASSUOLO)

7 presenze
3 gol fatti – 0 assist
1 ammonizioni – 0 espulsioni
Media voto 6.43 – Fantamedia 7.64

L’esperienza in Bundesliga l’ha rivitalizzato: Kovac, attuale tecnico del Bayern ma suo allenatore nel Francoforte, ha capito e sfruttato tutto il suo potenziale offensivo, cucendogli addosso quel ruolo di falso trequartista talmente letale da far invidia a tante prime punte. De Zerbi ha ripreso il lavoro del tecnico croato, e stà funzionando alla grande. Non era facile confermarsi (di nuovo) in Serie A dopo l’esperienza tedesca, ma Prince ci è riuscito e te che l’hai comprato all’asta, spendendo anche un bel bottino, hai fatto (per ora) la scelta giusta.

JOAO PEDRO (CAGLIARI)

5 presenze
2 gol fatti – 0 assist
0 ammonizioni – 0 espulsioni
Media voto 6.40 – Fantamedia 7.60

Scontata la squalifica, il brasiliano è tornato prepotentemente sulle scene, siglando due gol importanti contro Milan e Bologna. La sua posizione da trequartista aumenta la propensione al gol, già dimostrata negli ultimi due anni di Serie A che contano di 12 gol totali. C’è solo da scoprire se è confermato il suo ruolo di rigorista nelle file sarde oppure no: lo scopriremo appena ne varrà assegnato uno al Cagliari. Quella che è palese però è la tua furbizia: forse è passato sotto traccia all’asta per via della squalifica, con qualcuno che non era informato e l’ha ignorato; non tu, che hai sicuramente fatto un ottimo colpo.

FLOP

LUIS ALBERTO (LAZIO)

6 presenze
1 gol fatto – 0 assist
0 ammonizioni – 0 espulsioni
Media voto 5.67 – Fantamedia 6.17

Se avessimo scritto questo articolo l’anno scorso, il suo nome sarebbe stato tra i top. Quest’anno chi ha puntato sullo spagnolo, spendendo anche tanto del suo budget, starà sicuramente imprecando: ripetere i numeri iniziali della passata stagione era impossibile, complice anche l’avvio shock dei biancocelesti, ma Luis non ci si è nemmeno avvicinato. La presunta divergenza con Inzaghi è un’ulteriore indizio che potrebbe portare a pensare a un flop totale, ma questo lo deciderà solo il tempo e il giocatore stesso.

D. COSTA (JUVENTUS)

4 presenze
0 gol fatti – 0 assist
2 ammonizioni – 1 espulsioni
Media voto 5.88 – Fantamedia 5.50

Qualcuno potrebbe dire: ma Allegri gli ha dato poca fiducia. Giusto, ma un calciatore deve guadagnarsela sul campo, impegnandosi ed essendo decisivo nel minutaggio che gli viene concesso. Invece il brasiliano ha fatto tutto l’opposto, scaricando poi la frustrazione su Di Francesco in quello sputo durante i minuti finali di Juventus-Sassuolo. Come Luis Alberto, anche lui ti sarà costato un sacco di crediti, ma la sensazione è che sul mancino della Juventus ci si può affidare di più in previsione futura: lo scorso anno ha regalato un gran finale.

DZEMAILI (BOLOGNA)

8 presenze
0 gol fatti – 0 assist
2 ammonizioni – 0 espulsioni
Media voto 5.38 – Fantamedia 5.25

Non è un big come i due citati prima, ma l’ex Napoli finisce tra i flop perché ci si aspettava tanto da lui, soprattutto per il calendario abbastanza agevole del suo Bologna. Sia all’asta tradizionale, ma soprattutto nei concorsi a premi come Superscudetto o Magic Gazzetta, tanti hanno puntato sugli inserimenti e sull’ottimo piede dello svizzero che tanto ha fatto sognare i fantallenatori nelle stagioni passate. Invece così non è stato, e continuare a sceglierlo e schierarlo sembra una mossa masochista.