Si è concluso il campionato ed è giunto il momento dei bilanci. Noi di Wikifanta abbiamo analizzato i top e i flop al fantacalcio per ogni ruolo: siamo arrivati alla fine, abbiamo passato al setaccio gli attaccanti (qui per rileggere i top e i flop), i centrocampisti (qui per rileggere i top e i flop) e difensori (qui per rileggere i top e i flop), e i portieri top sono rimasti solo i portieri flop.
Ecco la nostra flop 3:

LUIGI SEPE

Come tutto il Parma aveva fatto un girone di andata sorprendente, fra buoni voti e pochi gol subiti; nel ritorno invece fra prestazioni da film horror e difesa che ha iniziato a far acqua da tutte le parti è stata una sciagura, concludendo l’anno come uno dei portieri più battuti (peggio hanno fatto solo i tre portieri delle squadre retrocesse). La sua media voto finale è stata poco sopra la sufficenza (6,09) mentre ovviamente la media fantavoto piuttosto bassa (4,43).

stefano SORRENTINO

Il buon Stefano non è riuscito a salvare baracca e burattini come gli succedeva  gli altri anni, quest’anno il Chievo era veramente troppo scarso per salvarsi e ovviamente pure le sue prestazioni ne hanno risentito. In realtà la mediavoto è stata più che buona (6,29), però i 60 gol subiti in 31 presenze, cioè quasi 2 gol a partita, sono stati un malus troppo elevato per non fare disperare chi lo aveva in rosa. Confidiamo in un riscatto il prossimo anno, sperando in qualche chiamata dalla Serie A.

ROBIN OLSEN

Arrivato con la pesante responsabilità di sostituire Alisson, non solo ha fatto rimpiangere il miglior portiere al mondo (in questo momento), ma anche qualsiasi portiere passato a Roma: chissà come sarebbe andata la stagione se Di Francesco avesse puntato all’inizio su Mirante? Forse si sarebbe salvato pure la panchina. Comunque tornando al portiere svedese 42 gol subiti in 27 presenze conditi da papere clamorose sono stati troppi per non essere maledetto da chi ci aveva puntato.