La 16ª giornata di Serie A è alle porte, ma prima di passare ai nostri consigli, vediamo un recap della giornata precedente: se ci avete seguito, Meret e Szczesny, come previsto, hanno regalato un ottimo clean sheet, così come Donnarumma (quarto nella gerarchia). L’unico altro portiere imbattuto è stato, imprevedibilmente, Sirigu, da noi consigliato come penultima scelta, ma attorniato dai vari Sportiello (4 gol subiti), Musso (3), Lafont (3), che erano, giustamente da evitare. Passiamo ai nostri consigli, per questa giornata abbiamo ordinato i portieri così: nella vostra terna scegliete quello più blu!

MUSSO
Caduta fragorosa in casa contro l’Atalanta, e ora arriva un’altra nerazzurra, alla scala del calcio: l’Inter si vorrà rifare subito, il portiere dell’Udinese sarà la vittima sacrificale di Icardi&co.
SIRIGU
Gioca il derby contro una Juve lanciatissima: possibile che non si vada in goleada però, non è d’abitudine per la squadra di Allegri.
SKORUPSKI
Ha confermato di essere un ottimo portiere, ma la sua squadra, pur se con vena difensivista, è davvero poca cosa: Cutrone e Higuain aspettano fiduciosi di presentarsi davanti a lui e probabilmente succederà più di una volta, lasciatelo perdere.
RADU
La Roma dei piccoletti ha fatto benissimo per 60 minuti a Cagliari, con le accelerazioni di Under e Kluivert e la personalità di Zaniolo. Lui non è per niente sicuro, uscirà con almeno un gol subito dall’Olimpico.
CRAGNO
Nel punto clamorosamente conquistato dal Cagliari contro la Roma c’è tanto di suo: le parate su Zaniolo sono state strepitose e lui conferma sempre di più di essere uno dei migliori nel ruolo. La sfida al Napoli è, però, ancora più ostica, soprattutto alla luce delle assenze di Ceppitelli e Srna. Non è il caso di rischiarlo.
PROVEDEL
Simeone si è sbloccato, anche se prima di crederci davvero aspettiamo la conferma, ma in generale tutta la Fiorentina ha ritrovato il gol: l’Empoli ha dimostrato di non essere stabilissima dietro, guardate altrove se volete essere più tranquilli.
SEPE
6 gol nell ultime 5 partite: questo è lo score di Quagliarella, e il buon Sepe se lo troverà davanti in questo turno. Basta per spiegare la posizione del portiere parmigiano.
SPORTIELLO
Diversamente dal solito il portiere ciociaro non è l’ultimo della fila, soprattutto perchè il Sassuolo senza Boateng ha meno soluzioni offensive: ciò non toglie che i vari Babacar e Berardi siano temibili e che lui dovrà fare i miracoli per uscire imbattuto.
STRAKOSHA
Come il collega atalantino, il gol subito è probabilissimo, soprattutto con Zapata in questa forma.
BERISHA
Da ex, ma con una difesa meno ermetica degli anni passati: la scorsa stagione questa sfida finì 3-3, in questa però la Lazio è meno prolifica. Segneranno entrambe lo stesso, ma probabilmente ci saranno meno gol.
SORRENTINO
Di Carlo ha registrato la squadra, che ora ha un’anima, non è più la banda del buco: anche lui ne beneficia, e le sue prestazioni sono sempre ottime. Certo, l’imbattibilità è un’altra storia, difficile ottenerla anche stavolta.
LAFONT
Non ci fidiamo più di lui: ha grosse amnesie, dovute si alla giovane età (è del ’99) ma che al fantacalcio sono un disastro. L’Empoli è una squadra in forma e con la sua velocità metterà in difficoltà la difesa gigliata.
GOMIS
Affronta, in casa, il secondo peggior attacco del campionato: il problema è che il Chievo è tutt’altro che morto e la squadra di Semplici ha evidenziato lacune, riuscendo a farsi rimontare con l’uomo in più dal Genoa. Attenzione!
CONSIGLI
I neroverdi sono piuttosto indecifrabili: alternano prestazioni buone dal punto di vista difensivo, come quella con l’Udinese, a partite da dimenticare come domenica con la Fiorentina, da cui hanno subito tre gol. Il Frosinone può segnare, l’imbattibilità non è scontata.
AUDERO
Potrebbe anche essere più quotato viste le assenze tra le file avversarie, ma la Samp ha dimostrato qualche amnesia qua e là e il modo di giocare del Parma, prevalentemente in contropiede, può dare qualche grattacapo ai blucerchiati.
OLSEN
Si trova davanti il capocannoniere del campionato, ma soprattutto lui e i suoi difensori avranno in testa la beffa di Cagliari, con tutte le ingenuità commesse. Ci fidiamo poco, non sembano solidi.
MERET
L’esordio in campionato è stato buono, anche se soft (il Frosinone si è fatto vedere davvero poco dalle sue parti), la sfida di Cagliari per i partenopei è stata storicamente complessa anche se nelle ultime uscite il Napoli ha passeggiato in Sardegna. Se Pavoletti dovesse essere out la sua preferibilità crescerebbe ancora di più.
DONNARUMMA
Nonostante le defezioni, il Milan si è compattato e si è rivelato affidabile, con Gigio che si è esaltato contro il Torino, sigillando la porta. Contro il Bologna, notoriamente poco prolifico, si ripeterà.
HANDANOVIC
In casa la difesa nerazzurra è solida e affidabile, lo sloveno da ex vuole fare un’ottima figura e riscattare la clamorosa sconfitta intera contro i friulani giunta proprio un anno fa, in questo periodo. Non crediamo che l’eliminazione in Champions possa avere ripercussioni in campionato.
PERIN

Siamo ripetitivi, è vero, ma la Juventus è la squadra migliore e la sua difesa è arrivata al quarto clean sheet consecutivo (ultimo gol subito da Joao Pedro il 3 novembre). Il derby è sempre una partita complicata, però il Torino ultimamente fatica a trovare la porta, per questo puntiamo sull’ex portiere del Genoa, preannunciato titolare da Allegri.