Ultima giornata per quanto riguarda il girone d’andata. Con l’avvento delle festività, preparatevi a una abbuffata di Premier League!
 
Arsenal – Liverpool (venerdì ore 20.45): 
Ultime dai campi: Wenger ha potuto far riposare tutti i suoi titolari nel match di coppa di lega, ma per la sfida contro Klopp ripresenta la formazione che ha restituito una certa solidità ai gunners: torna la difesa a 4 con Mustafi al fianco di Koscleny e Monreal nell’antico ruolo di esterno sinistro; ripescato Wilshere che si disimpegna bene da mediano, mentre Iwobi affiancherà Ozil e Sanchez alle spalle di Lacazette. Ancora out Ramsey.
Klopp perde Moreno per alcune settimane e darà spazio a Robertson sull’out sinistro, per il resto formazione tipo con i 4 big tutti in campo. Henderson e Can saranno gli uomini di fatica in mezzo al campo.
Pronostico: GOAL L’Arsenal ha raggiunto una buona solidità difensiva, però contro l’attacco del Liverpool crediamo possano subire almeno un gol, così come la difesa dei reds non dà garanzie. Per questo diamo grande fiducia ai big offensivi: dentro Lacazette, Sanchez, Ozil, senza dimenticare il capocannoniere Salah, Coutinho, in gran forma, e Manè.
Arsenal (4-2-3-1): Cech; Bellerin, Mustafi, Koscielny, Monreal; Wilshere, Xhaka; Iwobi, Ozil, Sanchez; Lacazette. 
Liverpool (4-3-3): Mignolet; Gomez, Lovren, Klavan, Robertson; Can, Henderson, Coutinho; Salah, Firmino, Manè. 
 
Everton – Chelsea (sabato ore 13.30): 
Ultime dai campi: Allardyce conferma gli undici che hanno battuto lo Swansea lunedì sera, ancora in panchina Jagielka con Holgate che sarà il partner di Williams al centro della difesa. Rooney ancora alle spalle di Calvert-Lewin.
Conte perde Morata per squalifica dopo l’ammonizione ricevuta in coppa di lega e ripresenterà il tridente leggero con Hazard ad agire da falso 9. Dietro possibile turno di riposo per Cahill, è pronto Rudiger.
Pronostico: 2 L’Everton si è ripreso bene ma non sembra aver raggiunto una compattezza tale da poter contrastare il Chelsea. Ci affidiamo dalla classe di Hazard, la grande forma di Willian e la solidità di Christensen.
Everton (4-2-3-1): Pickford; Kenny, Holgate, Williams, Martina; Schneiderlin, Gueye; Lennon, Rooney, Sigurdsson; Calvert-Lewin.   
Chelsea (3-4-2-1): Courtois; Azpilicueta, Christensen, Cahill; Moses, Kantè, Bakayoko, Marcos Alonso; Pedro, Willian; Hazard. 
Brighton – Watford (sabato ore 16): 
Ultime dai campi: Hughton deve rinunciare a Duffy, squalificato per somma di ammonizioni: il centrale irlandese sarà sostituito da Hunemeier, con gli altri tre di difesa confermati. Reparto offensivo affidato ancora a Gross ed Hemed. Ecatombe per il Watford: Marco Silva deve rinunciare a Deeney, Doucourè e Zeegelaar per squalifica e Femenia e Britos per infortunio. Al posto del centrocampista ci sarà Capoue mentre saranno confermati Janmaat e Holebas sulle fasce. Ballottaggio Carrillo-Pereyra per affiancare Richarlison alle spalle di Gray.
Pronostico: GOAL OSPITE I padroni di casa hanno perso un po’ della brillantezza di inizio anno mentre gli ospiti sono in un momento difficile, ma restano pericolosi in fase offensiva: spazio a Gross e Richarlison, gli uomini con più qualità delle due squadre.
Brighton (4-4-1-1): Ryan; Bruno, Dunk, Duffy, Bong; Knockaert, Stephens, Propper, Brown; Gross; Murray.   
Watford (3-4-2-1): Gomes; Mariappa, Kabasele, Prodl; Janmaat, Cleverley, Capouè, Holebas; Carrillo, Richarlison; Gray.
 
Manchester City – Bournemouth (sabato ore 16):
Ultime dai campi: Dopo i 120 minuti, con rigori, disputati in coppa di lega, Guardiola ripresenta tutti i suoi titolari: Aguero sarà il centravanti con le frecce Sterling e Sanè ai suoi lati e la fantasia di De Bruyne e D.Silva alle spalle. Ancora out Kompany, Mangala lo sostituirà al centro della difesa, se avrà recuperato dalla botta alla testa. Howe, dopo l’ottima figura delle cherries a Stamford Bridge, dove sono usciti sconfitti solo da un gol all’ultimo minuto, presenterà una formazione abbastanza abbottonata, anche a causa delle condizioni non perfette di Defoe (sicuramente out) e King, che potrebbe non essere della partita. Al posto del norvegese dovrebbe agire Pugh, rinforzando così il centrocampo.
Pronostico: 1+OVER 2.5 Il City prosegue la sua marcia inarrestabile rifilando almeno due gol a tutti gli avversari: è l’ora di segnare per il Kun Aguero, autore di un solo gol nelle ultime 5 giornate, e daremmo fiducia anche a Sanè, che è da tanto che non marca il tabellino. 
Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Mangala, Otamendi, Delph; De Bruyne, Fernandinho, D.Silva; Sterling, Aguero, Sanè. 
Bournemouth (4-5-1): Begovic; A.Smith, Francis, Akè, Daniels; Ibe, Gosling, L.Cook, Surman, Pugh; Wilson. 
 
Southampton – Huddersfield (sabato ore 16):
Ultime dai campi: Qualche dubbio offensivo per Pellegrino: ballottaggi tra Ward Prowse e Davis, Redmond e Boufal e Austin e Gabbiadini con i primi favoriti. A centrocampo più Hojbjerg di Lemina mentre in difesa l’infortunato Cedric sarà sostituito da Pied. Wagner perde Kachunga per almeno due mesi e da’ fiducia a Ince tornando ai tre trequartisti dietro a Depoitre. Ballottaaggio nel ruolo di terzino destro tra Hadergjonaj e Smith.
Pronostico: 1 Il Southampton è una squadra poco continua, però dopo le due sconfitte consecutive patite deve ripartire per non restare invischiato nella lotta per la retrocessione: diamo fiducia al bomber Austin e a Dusan Tadic, dai loro piedi può passare la vittoria dei saints.
Southampton (4-2-3-1): Forster; Pied, Yoshida, Van Dijk, Bertrand; Romeu, Hojbjerg; Ward Prowse, Tadic, Redmond; Austin
Huddersfield (4-2-3-1): Lossl; Hadergjonaj, Schindler, Zanka, Lowe; Williams, Mooy; Quarner, Ince, Van La Parra; Depoitre. 
 
Stoke City – West Bromwich Albion (sabato ore 16): 
Ultime dai campi: Hughes ha bisogno di punti, la situazione dello Stoke si sta facendo pericolosa: l’allenatore inglese continua col 4-4-2 dell’ultimo periodo, ma potrebbe ridare fiducia a Choupo Moting, scivolato in panchina nelle ultime sfide, al posto di Crouch, con Diouf a fungere da centravanti. Anche la squadra di Pardew non può permettersi di perdere, visto il penultimo posto occupato, per questo il coach si affida al 4-3-3 con alcuni dubbi: Robson-Kanu e McClean si giocano un posto in attacco mentre Gibbs è insidiato da Brunt per il ruolo di terzino destro.
Pronostico: UNDER 3.5 Può essere quella che si definisce “la partita della paura” con entrambe le squadre preoccupate di non perdere. Daremo fiducia alle difese, sicuramente più affidabile quella del WBA ultimamente, quindi spazio a Evans, Hegazi e Shawcross (pericoloso nell’area avversaria) se volete rischiare uno Stoke.
Stoke City (4-4-2): Butland; Cameron, Shawcross, Wimmer, Pieters; Shaqiri, Allen, Fletcher, Sobhi; Diouf, Choupo-Moting. 
West Bromwich Albion (4-3-3): Foster; Nyom, Hegazi, Evans, Gibbs; Livermore, Barry, Field; Robson-Kanu, Rondon, Rodriguez.
 
Swansea – Crystal Palace (sabato ore 16): 
Ultime dai campi: I cigni hanno appena esonerato il loro manager, Paul Clement, e sono senza allenatore: visto il poco tempo che separa dalla prossima partita è probabile che i giocatori andranno in campo nel modo che conoscono di più. Sicuramente out Bony, ci sarà Abraham al suo posto, mentre ballottaggio tra Fer e Ki a centrocampo. Dopo un inizio di campionato da horror il Palace si è ripreso e ora è fuori dalla zona pericolosa grazie al lavoro operato da Hogdson e i suoi ragazzi. Il manager inglese deve rinunciare a Benteke, squalificato e sostituito da Sako, ma recupera Milivojevic che riprende il suo posto in mezzo al campo. Ancora out Ward e Sakho.
Pronostico: X Lo Swansea non può permettersi di perdere e giocherà alla morte, ma il Palace è in ottima forma: non ci sorprenderemmo se uscisse uno 0-0 in questa partita, anche perché i cigni non disdegnano qualche clean sheet. Diamo fiducia a Mawson e Dann, condottieri delle rispettive difese.  
Swansea (4-3-3): Fabianski; Naughton, Fernandez, Mawson, Olsson; Fer, Mesa, Carroll; Dyer, Abraham, J.Ayew. 
Crystal Palace (4-4-2): Speroni; Kelly, Tomkinks, Dann, Schlupp; Townsend, Cabaye, Milivojevic, Loftus-Cheek; Sako, Zaha.
 
West Ham – Newcastle (sabato ore 16):  
Ultime dai campi: Moyes ha rivitalizzato gli hammers, che son risaliti dall’ultimo posto e ora navigano fuori dalla zona retrocessione: torna disponibile Reid che prende il posto di Collins, mentre per l’infortunio di Noble ci sarà Rice in mezzo al campo. Davanti ballottaggio tra Ayew ed Hernandez. Dubbio Zabaleta, ma l’argentino dovrebbe essere della partita. Il Newcastle, con un gesto di grande responsabilità, ha rinunciato alla cena di Natale per concentrarsi sulle partite che arriveranno, dal momento che la squadra di Benitez non vince dalla nona giornata. Dubbio tra Gayle e Joselu davanti, mentre confermato Elliot tra i pali dopo la parentesi Darlow.
Pronostico: 1 Il West Ham ha ripreso la sua corsa e dovrebbe avere la meglio sui magpies di Benitez. È giunta l’ora di tornare al gol per Antonio, scommettiamo su di lui. Fidatevi di Adrian, ha messo in panchina Hart ed è in forma. Per il Newcastle, il solito Ritchie è sempre pericoloso.  
West Ham (3-4-2-1): Adrian; Reid, Ogbonna, Cresswell; Zabaleta, Obiang, Rice, Masuaku; A.Ayew, Arnautovic; Antonio. 
Newcastle (4-2-3-1): Elliot; Yedlin, Lascelles, Lejeune, Manquillo; Hayden, Merino; Ritchie, Ayoze Perez, Atsu; Joselu.  
 
Burnley – Tottenham (sabato ore 18.30):  
Ultime dai campi: Emergenza difensiva per il Burnley, a Ward infortunato e Lowton in forte dubbio si aggiunge la tegola delle tre giornate di squalifica inflitte a Tarkowski: sarà Long a sostituirlo al centro della difesa. Centrocampo e attacco tipo per coach Dyche. Pochettino recupera Sanchez al centro della difesa e può tornare a schierare Dier in mezzo al campo. Davanti conferma per Son nel tridente alle spalle di Kane.  
Pronostico: UNDER 2.5 Nonostante le assenze il sistema difensivo del Burnley è affidabilissimo e unito alla vena realizzativa non eccellente del Tottenham, può dare come risultato una partita con pochissimi gol: dentro Davies, Trippier ma anche Mee e Pope che può esaltarsi e portare bonus con le parate.  
Burnley (4-4-1-1): Pope; Bardsley, Mee, Long, Taylor; Gudmundsson, Cork, Defour, Arfield; Hendrick; Wood.
Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Winks, Dier; Eriksen, Alli, Son; Kane.  
  
Leicester – Manchester United (sabato ore 20.45):    
Ultime dai campi: Puel può contare su Ndidi che ha scontato la sua giornata di squalifica in coppa di lega e presenta la formazione migliore possibile con due unici dubbi: Chilwell favorito su Fuchs come terzino sinistro e Gray su Okazaki per agire alle spalle di Vardy. Dopo l’incredibile eliminazione per mano del Bristol City, il Manchester United rimette in campo i suoi uomini migliori: dubbio Valencia per Mourinho, è pronto Darmian, mentre torna Pogba in mezzo al campo. Mata, Lingard e Martial alle spalle di Lukaku.    
Pronostico: 2 Difficile giocare a Leicester di questi tempi, ma il Manchester deve subito reagire alla delusione di mercoledì e i padroni di casa hanno dimostrato di essere altalenanti perdendo malamente col Palace sabato scorso: fiducia a Lingard e al ritorno di Pogba, può essere decisivo.  
Leicester (4-4-1-1): Schmeichel; Simpson, Maguire, Morgan; Chilwell; Mahrez, Iborra, Ndidi, Albrghton; Gray; Vardy. 
Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Valencia, Smalling, Jones, Young; Pogba, Matic; Mata, Lingard, Martial; Lukaku.