Siamo giunti all’ultima giornata del campionato di Bundesliga 2017/2018 con ancora due verdetti importanti da emettere: quello riguardate le squadre che riusciranno a conquistare gli ultimi due posti disponibili per la Champions League e i due per l’Europa League, e chi tra Friburgo, Wolfsburg e Amburgo riuscirà a salvarsi, mantenendo la categoria e mandando direttamente in Zweiteliga una squadra e allo spareggio salvezza l’altra. Vediamo le partite del weekend:

34ª GIORNATA, IL PROGRAMMABorussia Dortmund (55), Hoffenheim (52), Bayer Leverkusen (52), Lipsia (50), Eintracht Francoforte (49): sono loro a giocarsi i due posti disponibili per la prossima Champions League: i biancoblu di Nagelsmann hanno un’occasione d’oro per qualificarsi, dal momento che ospitano proprio il Dortmund che si è complicato la vita perdendo la settimana scorsa in casa con il Mainz: ai gialloneri basterà il pareggio per scongiurare la rimonta del Leverkusen, di scena in casa contro l’Hannover, ma ai padroni di casa il pari può non bastare poiché rischierebbero di essere scavalcati proprio dalle aspirine, mentre con una vittoria potrebbero addirittura andare al terzo posto, qualora vincessero con almeno 2 gol di scarto. Al Leverkusen invece serve una vittoria con tre gol di scarto in più del’Hoffenheim, qualora i biancoblu battessero il Dortmund, oppure dovrebbero sperare in un disastro di Reus&co, per recuperare il –6 che pagano nella differenza reti. Seguono questa sfida da lontano il Lipsia (50), che fa visita all’Hertha Berlino, e l’Eintracht Francoforte (49), che va in casa dello Schalke, oramai sicuro del secondo posto. La squadra di Kovac però avrà più interesse proprio a guardare alla partita di Berlino, poiché con una battuta d’arresto della squadra di proprietà della Red Bull potrebbe agganciare il sesto posto che vorrebbe dire Europa League sicura, senza dover aspettare la finale di coppa di Germania che deve disputare proprio l’Eintracht contro il Bayern Monaco: se i rossoneri dovessero vincere la coppa e non si qualificassero nei primi 6, toglierebbero alla settima classificata il diritto di accedere ai preliminari di Europa League. Questa è un’eventualità che non si augurano lo Stoccarda (48) e il Borussia Monchenglabach (47), che rispettivamente a Monaco e ad Amburgo cercheranno di vincere le loro sfide per provare ad assicurarsi l’ultima posizione, con la speranza che il Lipsia possa avere una battuta d’arresto e riaprire la corsa al sesto posto. La lotta per la salvezza vedere invece coinvolte il Friburgo (33, quartultimo, differenza reti meno 26) al quale basta un pareggio in casa con l’Augsburg per tirarsi fuori dalla lotta, il Wolfsburg (30, terzultimo, differenza reti meno 15) che ospita il Colonia e ha necessità di vincere per non rischiare la discesa diretta e andare almeno allo spareggio con la terza della Zweiteliga, e l’Amburgo (28, penultimo, differenza reti meno 25) che deve battere in casa il Borussia Dortmund e sperare che il Wolfsburg perda per scongiurare la prima retrocessione della sua storia. Chiude il programma il match tra Mainz e Werder Brema, l’unico inutile ai fini della classifica per entrambe le squadre

CONSIGLI – Per preparare al meglio la finale di coppa di Germania il Bayern Monaco si presenterà con la migliore formazione possibile, per cui un posto in attacco è assegnato a Lewandowski: per gli altri due posti, grande fiducia in Kramaric, in grande forma nell’ultimo periodo e contro un Dortmund che imbarca acqua in fase difensiva. Altra ottima presa è Werner (Lipsia), tornato al gol dopo quasi due mesi nello scorso weekend, così come grande fiducia su Alario e Bailey, uno dei due cercherà di portare il Leverkusen in Champions. A centrocampo, conferma per Reus, che sarà l’ancora di salvezza del Dortmund, così come sono da considerare Thiago Alcantara e James Rodriguez, che possono regalare bonus importanti. Naby Keita, all’ultima partita con il Lipsia, vorrà regalare un’ultima gioia ai suoi tifosi, così come è indicatissimo pensare a Didavi vista l’importanza della partita per la squadra di Labbadia. Ovviamente si possono confermare Caiuby, Gregoritsch e Caligiuri, anche se tutti e tre non hanno obiettivi di squadra. In difesa, Verhaegh del Wolfsburg, il solito Naldo, Orban (Lipsia) e Jonathan Tah (Leverkusen) possono fare bene, affiancandosi a un difensore del Bayern tra Sule (low cost), Hummels e Alaba. In porta, se si vuole variare dal solito Ulreich, Gulacsi o Leno sono ottime scelte.